Burnout: un incendio che aumenta col Covid 19! 

Burnout a depressed young female doctor sitting in despair near a hospital window

Come e perché peggiora lo stress di chi opera nell’emergenza Covid, durante e post pandemia? Cosa fare?

Su Psicologia Contemporanea (numero 280-281, speciale luglio-agosto-settembre-ottobre dedicato ai tempi della pandemia) ecco il mio ultimo articolo Burnout: un incendio che aumenta col virus, scritto con il Prof. Andrea Castiello D’Antonio sul tema del burnout e dello stress da emergenza covid-19 dedicato a medici e paramedici e non solo.

La rivista Psicologia Contemporanea con tutti gli altri approfondimenti vi aspetta in edicola!

Leggi l’articolo completo qui sotto.

Contattami qui:

Telefono: 347 855 1024
Mail:  lucianadambrosiomarri@gmail.com

 

 

 

 

 

 

Settembre andiamo, è tempo di migrare in Smart Working?

Approfondimento sullo lo smartworkin

Per molti è una sorta di obbligo aziendale per la questione e prevenzione Covid 19, a parte i decreti del governo, per molti sì è tempo di migrare in Smart Working e non vedono l’ora, per altri è una sorta di incubo per la vita privata e quella professionale, alcuni lo vorrebbero ma non osano dirlo, altri lo chiedono esplicitamente, altri sono indecisi in attesa di vedere che succede…

Come viene percepito lo smart working?

Un rischio è l’overworking, cioè lavorare di più, rispetto al lavoro in ufficio. Da una ricerca in Italia di Variazioni (consultabile qui), i dati indicano che una persona su cinque ha lavorato più di quanto dovuto in smart working durante il lockdown e la cosa pone il dilemma aziendale e individuale sulla gestione degli straordinari. Va detto però che dall’indagine emerge che: attivo (19%), fiducioso (18%), determinato (15%), concentrato (13%), soddisfatto (10%) e orgoglioso (5%) sono gli aggettivi selezionati dall’80% del campione per descrivere come è stata vissuta la quotidianità lavorativa. Aggettivi come nervoso (6%), impaurito (5%), agitato (3%), frustrato (3%), angosciato (2%) e abbandonato (1%) sono stati selezionati dal 25%.

Numeri che fanno pensare e che sollecitano l’individuazione di azioni gestionali e di comportamenti organizzativi mirati a utilizzare al meglio la logica e l’organizzazione dello smart working potenziandone i vantaggi personali, sociali, aziendali, e limitandone i rischi per il benessere di tutti i soggetti coinvolti! Nel frattempo: come migliorare le proprie competenze come capo per gestire collaboratori in smart working? Se sei smartworker come equilibrare la vita senza stressarsi troppo tra mura familiari e esigenze lavorative? Approfitta del coaching e con poche sessioni anche on line puoi migliorare autorevolezza, gestione della delega, del controllo, del tempo e i confini tra autonomia, raggiungimento obiettivi e qualità della vita!

Contattami qui:
Telefono: 347 855 1024
Mail:  lucianadambrosiomarri@gmail.com

What Workers Want – Un Webinar sul futuro del Lavoro

What Workers Want

Riflessioni sul Lavoro che cambia.

Le aziende sono in una fase di cambiamento e così pure i lavoratori. I Millennials e le persone più senior sono attratti sempre di più da imprese che mettono il benessere dei propri dipendenti al primo posto, offrendo degli ambienti di lavoro capaci di stravolgere il tradizionale concetto di ufficio. Non più, dunque, un semplice “workplace” ma un vero e proprio “lifeplace”, dove le persone hanno la possibilità di sentirsi a proprio agio e di accedere agli strumenti adeguati per migliorare le loro performance.

Sono questi i temi di “What Workers Want”, il webinar ideato e promosso da Woliba   (che ha svolto una ricerca in proposito) con Arkage, al quale sono stata invitata a partecipare in qualità di Sociologa del lavoro, esperta di Sviluppo delle Risorse Umane e Benessere Organizzativo, per  coordinare il dibattito su futuro del lavoro e  nuovi concetti degli spazi lavorativi.

Di questi e altri temi inerenti il contesto lavorativo del XXI secolo che si sta affermando, anche dopo il lockdown per l’emergenza Covid-19, ne abbiamo parlato mercoledì 15 luglio alle ore 11:00 con altri esperti: Andrea Ciulu (Arkage), Andrea Aterno (Oracle Europa e Italia), Pascal Benard (Axa Italia), Alessandro Bocchini e Flaminia Mainieri (Open Fiber), Marco Prinetti (MoneyGram International).

Ecco qui sotto il video integrale del webinar.

Se invece volete saperne di più visitate questa pagina oppure cliccate qui per leggere quanto emerso dalla ricerca.

Buona Visione!

È nata l’Alleanza delle Donne. 27 giugno 2020: una data da non dimenticare!

Alleanza delle donne

L’Alleanza delle Donne, ormai irrinunciabile e irrimandabile basata sul fare, trasversale nelle posizioni ideologiche, ha preso il via nell’incontro del 27 giugno di #StatiGeneraliDelleDonne, a cui hanno aderito centinaia di associazioni e esponenti di spicco del mondo professionale e imprenditoriale, OBIETTIVO: dare il proprio fattivo contributo per scrivere un ‘Piano nazionale per l’Occupazione femminile’ centrato su azioni e proposte concrete per lo sviluppo del Paese, del Pil e del benessere collettivo. Senza le donne non si può fare e non c’è ripresa. Lo dicono anche i numeri.

LA PARITA’ E’ PRIORITA’ PER LO SVILUPPO. Idee, energie e competenze delle donne ci sono.

Qui di seguito il mio intervento propositivo durante l’incontro.

Per saperne potete consultare QUI l’articolo uscito su Ansa.it

“Parità e Priorità – Bussole e Strumenti” La mia intervista a Linda Laura Sabbadini, direttrice centrale ISTAT

parità e opportunità linda sabbadini

Linda Laura Sabbadini è scienziata statistica italiana di chiara fama nel campo della Statistica sociale, pioniera delle statistiche e degli studi di genere. Direttrice Centrale dell’Istat e editorialista, ha fatto parte della Task Force Colao. In questa intervista/aperitivo ci racconta la sua avventura nella task force, lo spirito del lavoro, questioni aperte, e offre importanti bussole per le donne e per le scelte politiche strategiche obbligate se vogliamo che il dramma del Covid sia un’opportunità non più derogabile per azioni integrate e concrete per la parità delle donne e lo sviluppo democratico del nostro Paese. Dallo spazio virtuale di #StatiGeneraliDelleDonne ecco l’intervista che ho condotto con Linda Laura Sabbadini.

Buona Visione!

Vi invito a scoprire le altre interviste degli aperitivi di #StatiGeneraliDelleDonne sul mio CANALE YOUTUBE oppure a contattarmi se siete interessati ad un colloquio -> CONTATTI

“Pari Opportunità: Un percorso Gioco” La mia intervista a Patrizia Tomasich, presidente di Explora

pari opportunità

Ecco PARI, un percorso interattivo particolare sulle Pari Opportunità per superare gli stereotipi. Come funziona, quali focus ha il percorso, come reagiscono bambine, bambini e genitori? Ne parliamo con Patrizia Tomasich la fondatrice di EXPLORA, il Museo dei Bambini a Roma, avanguardia per la sperimentazione e il gioco educativo e creativo per l’infanzia….ma forse anche gli adulti imparano parecchio!

Buona Visione!

Vi invito a scoprire le altre interviste degli aperitivi di #StatiGeneraliDelleDonne sul mio CANALE YOUTUBE.

“Donne di Denari” La mia intervista a Donatella Visconti, prima donna presidente di banca, ora di Asso112

donne di denari intervista a Donatela Visconti

Donatella Visconti, ospite dell’aperitivo on line nel salotto di #StatiGeneraliDelleDonne, è tra le più importanti “Donne di Denari” in Italia. Prima presidente di una banca, e ora di Asso112, Associazione confidi italiani, in questa mia intervista Donatella Visconti  racconta la sua esperienza nel mondo della finanza, cosa sta succedendo per i finanziamenti alle imprese in questo periodo di grande difficoltà e il rapporto tra donne e denaro.

Buona Visione!

Segui le altre mie interviste sul mio Canale Youtube.

“La casa siamo tutte?” La mia intervista a Maura Cossutta, Presidente della Casa Internazionale delle Donne

Maura Cossutta intervista

Maura Cossutta racconta La Casa internazionale delle Donne nella mia intervista.

1976: nasce la Casa delle Donne con occupazione di palazzo Nardini di Via del Governo Vecchio: storia di aiuti alle donne, battaglie, sgomberi, assegnazioni, sfratti!

1983: nasce a via della Lungara la Casa Internazionale delle Donne di Roma con finalmente una sede nel palazzo del Buon Pastore a Via della Lungara.

Con Maura Cossutta, Presidente della Casa Internazionale delle donne, medico, già Parlamentare, da sempre impegnata  sul fronte sociale, politico, sulla sanità e sulle donne anche migranti durante l’aperitivo on line cerchiamo di capire: Come sono cambiate le donne dagli anni Settanta? Se post Covid la Ripartenza è donna, secondo tutti i numeri e gli studiosi, perché nelle task force è andata così e non solo lì? Domande e questioni aperte…

 

“Millemé: Chat e supporti alle donne contro la violenza” La mia intervista a Erica Pugliese di Millemé

Chat contro la violenza di genere e  per servizi di più tipi per le donne vittime di violenza.

Il valore fattivo di questi strumenti  e l’azione integrata di più competenze per rispondere ai bisogni reali e concreti delle donne sono il fulcro delle attività professionali di Erica Pugliese e del team di Millemé a Roma. Un esempio a servizio delle donne da diffondere in tutta Italia.

Ho intervistato Erica Pugliese su questi temi e altri interrogativi: ecco il video del dialogo nello spazio virtuale di Stati generali delle donne.

Buona Visione!

“A Casa di Montalbano”. La mia intervista a Ivana Miccichè, Imprenditrice Discovering Sicily

Intervista & Aperitivo con Ivana Miccichè

22 Maggio 2020 – Secondo Andrea Camilleri la donna siciliana è riservata, tenace, determinata, convinta delle proprie idee e pronta a battagliare per esse e, nello stesso tempo, dolcissima, generosa, comprensiva e sensibilissima. Così è Ivana Micciché, imprenditrice di grande esperienza nel turismo siciliano. Poi nella sua vita arriva il Commissario Montalbano e che succede? Questo ed altro nell’intervista dalla casa di Montalbano per l’aperitivo on line di STATI GENERALI DELLE DONNE, che in seguito l’ha nominata Testimonial del Turismo Sostenibile in Sicilia!

Buona Visione!